Selezione - Ottobre 2018

Vecchie vigne, vini immortali

Selezione - Ottobre 2018

Vigneti Massa Sentieri 2016 (2 bottiglie)
Casa d'Ambra Ischia Biancolella Frassitelli 2017 (2 bottiglie)
Calabretta Nerello Mascalese Vecchie Vigne 2007 (2 bottiglie)

Prezzo della selezione: 99,80 €
Prezzo speciale Club: 86,50 €
Risparmi: 13,30 € (13.32%)

Desidero registrarmi adesso!

Su questa selezione...

Per quanto il ciclo produttivo di una vite oscilli grossomodo dai 5 ai 20-30 anni di età della pianta, i vini provenienti da vigneti molto longevi stanno riscuotendo grandissimo successo e rappresentano spesso la punta di diamante della produzione di numerose aziende. Indubbiamente la vite vecchia risponde meglio alle sollecitazioni del terreno e del clima. Semplicemente, perché conosce il terroir da molto tempo e, quindi, ne sa estrarre il meglio, ad esempio sviluppando radici particolarmente profonde. La vite vecchia dà quindi vini concentrati e molto caratteristici, generalmente più complessi, perché arrichiscono le note varietali, donate dal vitigno, con quelle territoriali, regalate dai suoli. Certo, considerata l’età e lo sforzo produttivo, le viti vecchie concedono poco frutto e rese basse, ma ciò ne esalta ancor più il livello qualitativo. Dai terrazzamenti valtellinesi agli alberelli di Pantelleria, l’Italia pullula di vigneti non solo trentenni o cinquantenni, ma persino centenari. Merito di suoli, come quelli dell’Etna, che hanno protetto le viti dalla fillossera e da numerosi agenti patogeni. Merito di viticoltori che hanno preservato il loro patrimonio vitato come un sacrario, immortalando antichi ceppi come contorte sculture o tutelando antichissime e spesso eccellenti tecniche di allevamento.

Acquistare nel negozio

Vuole acquistare singole bottiglie di questa selezione a prezzo di listino?

La sua prossima spedizione

  • Le spedizioni del Club si faranno durante l'ultima settimana del mese.
  • Se vuole aggiungere più casse all'ordine Contattaci.
  • Può consultare o modificare l'indirizzo di consegna e la modalità di pagamento accedendo a il suo account.
  • Registrandosi adesso è ancora in tempo per ricevere questa selezione.

Desidero registrarmi adesso!

Senza quote né spese di registrazione. Registrandosi otterà sconti e un omaggio.
Più informazioni

Vigneti Massa Sentieri 2016 (2 bottiglie)

Rosso. Vigneti Massa Vini senza IG, Italia Uva autoctona a bacca rossa

Bottiglia: 9,02 € soci club / 11,00 € non soci


Fra le pluripremiate ed eccezionali Barbera di Walter Massa, grande riscopritore del Timorasso che non ha bisogno di ulteriori presentazioni, Sentieri è l’interpretazione più schietta, precisa e sincera, basata su una concezione perfettamente equilibrata di freschezza e morbidezze. È dedicato ai “sentieri tra le vigne di Monleale”, epicentro dei Colli Tortonesi del vino, terroir di grande vocazione minerale situato fra Piemonte e Lombardia, anzi in un comprensorio agricolo tradizionalmente legato a Milano.

I suoli calcarei fanno da scenario ideale per quei vigneti cinquantenni da cui Sentieri è mirabilmente dedotto da Walter Massa. Una Barbera pulita e senza eccessi, senza troppi compromessi con grassezza e struttura, che fermenta spontaneamente e sosta esclusivamente in acciaio. Naturalmente, viene imbottigliata con pochissima solforosa, a conferma del fatto che la territorialità non cozza con la genuinità.

Di immediata piacevolezza, Sentieri esprime alla vista uno splendido colore rosso rubino intenso, con innervamenti violetti tipici del vitigno. Al naso sprigiona ricordi fruttati di ciliegia e delicati cenni floreali, tuttavia già contrappuntati di echi speziati, segno di una progressione nel tempo potenzialmente tutta da scoprire. All’assaggio è al tempo stesso succoso, pieno, gentile, ma anche dinamico, scattante e refrigerante, di una sapidità che interviene ad armonizzare ulteriormente questo complesso apparato gustativo.

Persistente e gustosa, Sentieri è una Barbera da tutto pasto, ideale per formaggi anche leggermente piccanti e di buona stagionatura, per antipasti di sostanza, fino a secondi di carne non elaborati ma finemente cesellati.

Formaggio a media stagionatura / antipasti / tartare di manzo / filetto ai funghi

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Rosso rubino / intenso / riflessi purpurei
    • Fragranza
      Rosa / ciliegia / speziato / pepe rosa
    • Palato
      Succoso / morbido / dinamico / scattante / persistente / armonico
  • Gradazione alcolica: 13,5%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 16ºC e 18ºC

Vigneti Massa Sentieri 2016
parte frontale e parte posteriore

Casa d'Ambra Ischia Biancolella Frassitelli 2017 (2 bottiglie)

Bianco. Casa d'Ambra Ischia, Italia Biancolella

Bottiglia: 13,99 € soci club / 15,90 € non soci


A Ischia, e non solo nella parte occidentale dell’isola su cui insiste, Frassitelli non è solo un vigneto: è un mito, un’ististuzione del grande vino italiano. Primo bianco campano ad ottenere i Tre Bicchieri del Gambero Rosso, capace di stupire di annata in annata, Frassitelli prende il nome dal cru migliore di Ischia, un incredibile piccolo anfiteatro abbarbicato appena sotto Pietra Martone, alle pendici del Monte Epomeo, da cui si gode di un panorama spettacolare sulla costa ischitana.

Andrea D’Ambra, visionario enologo ispirato anche da Luigi Veronelli, ha qui creato il tempio della Biancolella, vitigno autoctono che deve a quest’azienda una vera e propria codificazione al rango di grande uva. I quattro ettari di Frassitelli si trovano a strapiombo sul mare a un’altitudine di circa 600-700 metri: caratteristiche che qualificano senza dubbio la viticoltura di Casa d’Ambra come eroica. Anche qui, come nelle Cinque Terre, un carrello a fune è fondamentale alleato della vendemmia, e anche qui la viticoltura, apparentemente mediterranea, si scopre incredibilmente di montagna. I suoli, che non possono non notarsi fra le emersioni rocciose che sbalzano dagli scoscesi terrazzamenti, sono di un tufo verde tipico di questa zona dell’isola. Un tufo molto drenante e che restituisce lentamente le risorse idriche raccolte e che, scavato anticamente dai contadini per ricavarne cisterne e piccole abitazioni, oggi regala ai vini una sensazionale mineralità e una longevità garantita.

Ischia, d’altronde, è uno dei mille comprensori vulcanici del vino italiano, in diretta continuità con il meraviglioso skyline vitato dei Campi Flegrei. Qui, però, è la Biancolella a farla da padrona, e a donare, con Frassitelli, un vino di sensazionale complessità. Vinificato dal 1985, Frassitelli si presenta alla vista di colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso si apre con un complesso bouquet di erbe aromatiche, rosmarino, timo, nespola, ribes bianco e ginestra, seguite da note saline e iodate. In bocca si mostra golosamente sapido, con un corpo rotondo ma slanciato verso un lungo finale di miele. Ottimo servito con antipasti e primi piatti a base di pesce, come linguine agli scampi.

Antipasti / crudo di gamberi rossi / coniglio all'ischitana / ravioli di luccio / ricciola al forno

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Giallo paglierino / riflessi dorati
    • Fragranza
      Timo / salvia / rosmarino / nespola / ginestra / minerale / salmastro
    • Palato
      Fresco / rotondo / sapido / dinamico / finale carezzevole
  • Gradazione alcolica: 12,5%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 6ºC e 8ºC
  • Da bere subito o conservare fino 2023.

Casa d'Ambra Ischia Biancolella Frassitelli 2017
parte frontale e parte posteriore

Calabretta Nerello Mascalese Vecchie Vigne 2007 (2 bottiglie)

Rosso. Calabretta Sicilia, Italia Nerello Mascalese

Bottiglia: 20,24 € soci club / 23,00 € non soci


Alla quarta generazione di vignaioli, l’azienda dei Calabretta è oggi guidata da Massimiliano. I vini nascono da vigneti a conduzione biologica certificata situati lungo il versante nord dell’Etna, a circa 700 metri di altitudine, nel cuore dei cru più significativi e rinomati di Solicchiata e Passopisciaro. I vigneti di casa Calabretta rappresentano un vero e proprio scrigno del patrimonio viticolo etneo: è, infatti, da ceppi a piede franco di 80-100 anni di età, se non oltre, che derivano molte delle bottiglie di questa storica cantina.

Vecchie Vigne è un Nerello Mascalese figlio, appunto, di queste piante, così abituate alle aspre condizioni del vulcano da rappresentarne, quasi in una magica simbiosi, la quintessenza più diretta e sincera. La produzione, che ha carattere artigianale e rese molto limitate, rispetta i criteri del minimo intervento anche in cantina, dove, dopo una fermentazione spontanea e una utilissima malolattica, questo vino di grande verticalità e durezza assume vesti di un’eleganza straordinaria.

Messo abitualmente in commercio quasi dieci anni dopo la vendemmia, esprime al calice un delicatissimo rosso rubino e seduce l'olfatto con eterei sentori di grafite e torba, mirtillo, sottobosco e spezie rosse, con immancabili tocchi sulfurei e di pietra focaia, per poi sbocciare in un palato di rara e austera eleganza e profondissima mineralità. Un palato possente ma non debordante, deciso ma finissimo, schietto nella sua salinità, allusivo e cordiale nel suo tannino garbato. Persistente come pochi e longevo come i più grandi rossi, è sublime per accompagnare carni alla griglia speziate, brasati alle verdure, formaggi stagionati ed erborinati.

Formaggio a media stagionatura / formaggi erborinati / carni saporite / brasato di cinghiale

  • Nota di degustazione:
    • Colore
      Rosso rubino / brillante
    • Fragranza
      Ciliegia / mirtillo / grafite / torba / spezie scure / sottobosco / zolfo / pietra focaia
    • Palato
      Fine / strutturato / tannino elegante / armonico / sapido / persistente
  • Gradazione alcolica: 13,5%
  • Temperatura di servizio ottimale: Tra 16ºC e 18ºC

Calabretta Nerello Mascalese Vecchie Vigne 2007
parte frontale e parte posteriore

Desidero registrarmi adesso!