Paese di destinazione:
Italia
Lingua
CARRELLO
Black weekend: Fino al 40% in 10.000 vini!10o 50m 41s

Domaine Dubreuil-Fontaine

Domaine Dubreuil-Fontaine

Di proprietà della famiglia Dubrueil per cinque generazioni, oggi è guidata da Christine Gruère-Dubreuil, che la dirige e ricopre il ruolo di enologa del Domaine Dubreuil-Fontaine....

Vino di Domaine Dubreuil-Fontaine

14 prodotti
Esaurito

32,40

Esaurito

26,75

Esaurito

60,30

Esaurito

37,60

Esaurito

35,00

Esaurito

45,05

Esaurito

39,96

Esaurito

36,75

Esaurito

37,45

Esaurito

18,65

Esaurito

48,80

Esaurito

28,80

Esaurito

67,25

Esaurito

19,65

Domaine Dubreuil-Fontaine

Di proprietà della famiglia Dubrueil per cinque generazioni, oggi è guidata da Christine Gruère-Dubreuil, che la dirige e ricopre il ruolo di enologa del Domaine Dubreuil-Fontaine. La straordinaria tenuta, con i suoi oltre 140 anni di storia, si trova all'incontro delle denominazioni Côte de Nuits e Côte de Beaune, vicino al pittoresco borgo di Pernand-Vergelesses, alle pendici dei vigneti Grand Cru della collina di Corton.

Nomi mitici della Borgogna del vino, che suonano maestosi per qualsiasi appassionato. Eppure, la filosofia di Christine è quella di proporre questi vini al giusto prezzo, senza eccessi, nonostante la qualità senza compromessi e la quantità molto bassa del prodotto aziendale. Christine è alla guida del domaine da trent'anni. Da quel lontano 1991 in cui, dopo aver masticato in giro per il mondo il commercio del vino e l'enologia, ha realizzato il suo sogno di sempre, cioè di entrare a far parte a pieno titolo dello staff aziendale al fianco di suo padre Bernard. Ora, in azienda c'è anche sua figlia, la giovane Clémentine, a dare ulteriore impulso al programma ecosostenibile e artigianale del domaine.

Tra i meriti di Christine c'è sicuramente l'intuizione di realizzare una gamma di Borgogna lavorando più sulla sottrazione che sull'addizione. Meno legno, con affinamenti ridotti a 18 mesi, e meno legno nuovo, ridotto al 30% della massa per i grand cru. Al tempo stesso, Christine ha introdotto i vinificatori in acciaio termoregolato, sostituendo i tini di legno: una scelta orientata a uno stile più schietto, varietale, naturale, insomma meno artefatto, capace di unire in un solo calice carnosità e finezza.

Insieme a Cleméntine, Christine sopravvede alla raccolta e alla selezione delle uve chardonnay e pinot noir e segue la delicata pressatura manuale e le vinificazioni rivolte alla naturalezza del vino. La cantina produce rossi e bianchi grand cru de Corton, ma anche molti altri deliziosi vini capaci di esprimere al massimo il territorio e 1er cru provenienti dai vicini vigneti della Côte de Beaune: Volnay, Pommard, Beaune, Aloxe-Corton, Savigny-Les-Beune e Pernand-Vergelesses.

Indirizzo e contatti