CARRELLO
In primo piano
ViniRegioniCantineDistillatiOfferteConfezioni
-20% su Libalis: i più freschi e gioviali

Cantina Marramiero

4,6/5
(Basato su 13 recensioni su 7 vini)

Cantina Marramiero

Marramiero è forse l'azienda abruzzese più all'avanguardia, pur essendo attiva in una delle aree più vocate della regione sin dall'inizio del Novecento. La competenza geologica e agronomica dello staff confluisce non solo in un attentissimo regime di sostenibilità ambientale e di agricoltura a basso impatto, ma anche in un uso sapiente e dinamico della tecnologia. La selezione delle uve, ad esempio, viene effettuata con l'ausilio di scanner ottici a infrarossi, che selezionano in modo impeccabile i frutti non idonei alla vinificazione. Anche i tini di fermentazione sono di ultima generazione, così come i filtri sottovuoto, e la barricaia, che è il vero fulcro della produzione dei vini superiori, è gestita e preservata con attentissima cura alla costanza delle temperature di affinamento.

La tenuta storica è quella di Sant'Andrea, a Rosciano, 30 ettari vitati a 300 metri di altitudine, dove si trovano i ceppi storici della famiglia Marramiero intorno alla splendida cantina moderna avviata dagli anni Novanta da Dante Marramiero. Qui, come nella vicina tenuta Milano, su suoli argillosi di medio impasto con inserti di tufo, si coltivano montepulciano, pecorino, chardonnay e pinot nero. Il trebbiano, insieme al montepulciano e al pecorino, si coltiva anche in tenuta Amarello, nella Piana d'Ofena, chiamata il "forno d'Abruzzi" per il suo microclima estivo particolarmente mite nonostante l'elevata altitudine (oltre 500 metri s.l.m.), che la rende un terroir unico al mondo per vini eleganti e di corpo. Tre ettari di trebbiano sono allevati infine in tenuta Tratturo, altro fazzoletto di terra storico di proprietà della famiglia. Oggi è Enrico Marramiero a portare avanti con dedizione il sogno di suo padre, rinnovando la tradizione e scoprendo l’originalità che la natura è capace di generare.

Lo stile della Cantina Marramiero è sempre netto e definito, quindi territoriale ma con una nitida ricerca dell'eleganza nel bicchiere. I rossi sono longevi e strutturati, capaci di trasformare in armonia la naturale vena rustica del montepulciano. La cantina Marramiero e il montepulciano sono legati dalla storia e dall'espressione di una terra antica che punta all'eccellenza. Lo dimostrano Marrammiero Dante e Marramiero Inferi, due riserve di montepulciano che sostano rispettivamente, tra acciaio, barrique e bottiglia, 120 e 40 mesi. E i montepulciano più semplici non scherzano: solo acciaio e vetro, ma per ben 30 mesi, per il vino Marramiero Incanto, e 18 mesi tra legno, inox e bottiglia, per il Marramiero Dama, entrambi rossi sontuosi e tutt'altro che immediati. Complessi e varietali anche i bianchi, tra cui spiccano i trebbiano: Anima (solo acciaio) e Altare (30 mesi tra barrique e bottiglia), che uniscono uve provenienti da Rosciano e dalla Piana di Ofena, e il più scattante e teso Dama, tre mesi in inox.

 

  • Anno di fondazione1994
  • Vigneto proprio:60
  • EnologoRomeo Taraborrelli, Giuseppe Falcone
  • Produzione annuale di bottiglie600000
Cantina MarramieroCantina Marramiero