Vino di Calatroni · Italvinus
CARRELLO
Trasporto gratuito a partire da 70 €

Calatroni

Calatroni

Cristian e Stefano Calatroni guidano oggi l’azienda creata nel 1964 dal coraggioso e intraprendente Luigi, che decise in quegli anni pionieristici per l’Oltrepò di qualità di...

Valutazione
4,7/5
(Basato su 3 recensioni su 7 vini)
Anno di fondazione1964
EnologoCristian Calatroni
Vigneto proprio:15 / ha
Produzione annuale di bottiglie70000 / bottiglie
Paese
Regioni
Uve

Vino di Calatroni

13,55

22,50

9,00

12,55

24,00

Esaurito

21,00

Esaurito

10,50

Calatroni

Cristian e Stefano Calatroni guidano oggi l’azienda creata nel 1964 dal coraggioso e intraprendente Luigi, che decise in quegli anni pionieristici per l’Oltrepò di qualità di acquistare un vigneto dell’allora ex datore di lavoro. I vigneti di proprietà si trovano nel comune di Montecalvo Versiggia, ad un’altitudine compresa tra i 180 e 320 metri. Montecalvo è considerato uno dei cru del pinot nero in Oltrepò, sia come vino rosso, sia come spumante a metodo classico. Del resto, è la stessa uva al centro di molti blend di Champagne e Franciacorta e, soprattutto in purezza, è noto che in Italia si esprima benissimo proprio in Oltrepò Pavese.

Calatroni investe soprattutto sul pinot nero, anche se tiene la barra ben dritta sulle altre varietà e i vini tipici del territorio. Il vigneto Calatroni si concentra nella zona intorno al casale di famiglia, che è anche un’azienda agrituristica. Si tratta di circa quindici ettari in piena conversione biologica, allevati con il minimo utilizzo di sostanze antiparassitarie e insetticidi.

L’azienda dei fratelli Calatroni è dunque tra le protagoniste della rinascita qualitativa dell’Oltrepò Pavese. Non a caso, la linea superiore della cantina è occupata dagli spumanti metodo classico, fiore all’occhiello di questo territorio.

Cristian ha sempre individuato nel metodo classico l’espressione massima del proprio lavoro. Storicamente, infatti, le colline di Montecalvo Versiggia hanno sempre donato uve di pinot nero con acidità e complessità organolettica ottimali per la spumantizzazione tradizionale.

Le etichette provengono da cuvée di cinque vigneti esposti a nord e nord-ovest ad altitudini diverse (dai 200 ai 540 metri) con una diversificazione della tessitura del suolo da argilloso a calcareo all’aumentare dell’altitudine. Ogni anno le uve prodotte sono raccolte in cassetta e le uve di ogni singolo vigneto sono vinificate separatamente, cercando poi il taglio che raggiunga l’equilibrio perfetto.

Ne derivano quattro spumanti con pinot nero in purezza, che sono tra i migliori in assoluto del comprensorio. A riscuotere grande successo anche a livello di riconoscimenti sono in particolare il Pinot 64, 30 mesi sui lieviti per una bollicina elegante e cremosa, e il metodo classico rosé NorEma, tre bicchieri Gambero Rosso.

Al di fuori della galassia metodo classico, nella gamma Calatroni – in particolare nella nuova linea Mon Carul, omaggio al toponimo dialettale che indica Montecalvo – ci sono il riesling Campo Dottore, anche in versione riserva, e la classica bonarda Vigiö, il tipico rosso frizzante del territorio.

Calatroni