Vino con uva Friulano · Italvinus
CARRELLO
Trasporto gratuito a partire da 90 €

Friulano

Il friulano è il vitigno a bacca bianca un tempo noto come tocai. Questa denominazione oggi non è più consentita in quanto genera confusione con il quasi omonimo vino ungherese. Diffuso soprattutto in Friuli, il friulano è ben presente anche in Veneto, dove prende ora il nome di tai, e in piccole zone del basso Garda lombardo, dove si chiama localmente tuchì. In Francia la stessa uva è nota con il nome di sauvignonasse, mentre a cavallo tra Friuli, Venezia Giulia e Slovenia viene solitamente indicato con il nome di jakot ("tokaj" al contrario). Di ottima vigoria e buona produttività, il friulano deve essere annoverato tra le uve bianche migliori e più longeve d'Italia. Si esprime in modo eccelso nei cru friulani migliori, tra le DOC Collio e Colli Orientali del Friuli. Sgomitando un po' con la ribolla, qui, tra i caratteristici suoli di flysch e ponka, esprime vini dal bel colore paglierino, con profumi floreali, di mandorla, frutta secca, sbuffi minerali e, nelle versioni migliori, decisi sentori di pietra focaia, completati, al sorso, da una struttura decisa, avvolgente, a volte carica, condita di freschezza e sapidità pronunciate. Sapidità, mineralità e persistenza ammandorlata tornano anche nelle aree più periferiche, manifestandosi nel Friuli di pianura ma anche nel tai veneto e nel tuchì lombardo, cui è riservata la piccola DOC San Martino della Battaglia.

Leggi di più

Vino con uva Friulano

57 prodotti

25,00

22,00

16,90

28,00

25,90

26,00

15,90

14,90

12,90

18,50

14,90

10,39

8,20

25,90

16,40

7,95

16,90

11,50

25,90

8,50

13,55

18,90

Esaurito

14,90

12,66

-15%

12,90

15,90

18,00

35,00

21,00

13,90

Esaurito

38,00

Esaurito

27,00

/ bott. 0,5 L
Esaurito

18,80

Esaurito

19,00

Esaurito

13,55

Esaurito

15,60

Esaurito

21,00

Friulano

Il friulano è il vitigno a bacca bianca un tempo noto come tocai. Questa denominazione oggi non è più consentita in quanto genera confusione con il quasi omonimo vino ungherese. Diffuso soprattutto in Friuli, il friulano è ben presente anche in Veneto, dove prende ora il nome di tai, e in piccole zone del basso Garda lombardo, dove si chiama localmente tuchì. In Francia la stessa uva è nota con il nome di sauvignonasse, mentre a cavallo tra Friuli, Venezia Giulia e Slovenia viene solitamente indicato con il nome di jakot ("tokaj" al contrario). Di ottima vigoria e buona produttività, il friulano deve essere annoverato tra le uve bianche migliori e più longeve d'Italia. Si esprime in modo eccelso nei cru friulani migliori, tra le DOC Collio e Colli Orientali del Friuli. Sgomitando un po' con la ribolla, qui, tra i caratteristici suoli di flysch e ponka, esprime vini dal bel colore paglierino, con profumi floreali, di mandorla, frutta secca, sbuffi minerali e, nelle versioni migliori, decisi sentori di pietra focaia, completati, al sorso, da una struttura decisa, avvolgente, a volte carica, condita di freschezza e sapidità pronunciate. Sapidità, mineralità e persistenza ammandorlata tornano anche nelle aree più periferiche, manifestandosi nel Friuli di pianura ma anche nel tai veneto e nel tuchì lombardo, cui è riservata la piccola DOC San Martino della Battaglia.