Paese di destinazione:
Italia
Lingua
Vinissimus Collector
COLLECTOR
CARRELLO
Trasporto gratuito a partire da 120 €

Vino di Aglianico del Vulture DOC

Maestoso vulcano spento da 11000 anni che domina le valli dell'alta Lucania costellate di antichi castelli, il Vulture regala uno dei terroir più interessanti e performanti d'Italia. I vigneti di Aglianico, che arrivano a toccare altitudini montane, si spingono fino ai 600 metri di altitudine e insistono su suoli, oltre che di terre nere vulcaniche, tufacei ricchi di silice e potassio. Il clima è freddo e rigido, e i vigneti, d'inverno, sono ricoperti dalla neve.

Leggi di più
18 prodotti

11,00

29,90

39,00

10,80

Esaurito

25,00

Esaurito

11,00

Esaurito

25,00

Esaurito

12,80

Esaurito

15,95

13,55

-15%
Esaurito

32,50

Esaurito

36,00

Esaurito

21,80

Esaurito

19,00

Esaurito

24,00

Esaurito

15,20

Esaurito

22,50

Esaurito

35,00

Esaurito

9,80

Aglianico del Vulture DOC

Maestoso vulcano spento da 11000 anni che domina le valli dell'alta Lucania costellate di antichi castelli, il Vulture regala uno dei terroir più interessanti e performanti d'Italia. I vigneti di Aglianico, che arrivano a toccare altitudini montane, si spingono fino ai 600 metri di altitudine e insistono su suoli, oltre che di terre nere vulcaniche, tufacei ricchi di silice e potassio. Il clima è freddo e rigido, e i vigneti, d'inverno, sono ricoperti dalla neve.

A parte la zona di Venosa, un vero e proprio cru dell'Aglianico del Vulture è rappresentato da Barile. Qui, intorno all'antico Sheshe dei coloni arbereshe, che tuttora costituiscono una comunità albanese radicata da secoli ai piedi del vulcano, sorgono le aziende più rappresentative della denominazione, quasi tutte a guida di viticoltrici giovani, dinamiche ed estremamente competenti.

La collina dello Sheshe, scavata da decine di antichissime cantine che hanno perforato le pareti di roccia vulcanica, è dunque il teatro naturale per la maturazione di grandi vini. Le viti, allevate spesso ad alberello o a capanno secondo le tradizioni locali, ma ormai sovente disposte in moderne spalliere, donano un nettare rubino denso con cenni granati, capace di una complessità ineguagliabile, che gioca in sottile equilibrio tra finezza minerale e pienezza varietale. Dai vigneti più selezionati deriva anche una tipologia Superiore, che recentemente ha acquisito la DOCG. 

Dov'è Mappa vini
Logo