Paese di destinazione:
Italia
Lingua
CARRELLO
Trasporto gratuito a partire da 90 €

Schiava

Verso la Valdadige, il Marzemino cede alla Schiava, in tedesco Vernatsch. “Schiava”, pare, perché già un tempo quest’uva era considerata “ancella” di altre, più nobili e a cui si riservava la parte alta dei filari. Ma, se ben prodotta, la Schiava non deve in realtà inchinarsi a nessuno. Lo dimostra il fatto che, fra Trentino e Alto Adige, a questo vino dall’alcol contenuto e dalla beva scattante quanto versatile, sono dedicate alcune vere e proprie denominazioni, come Santa Maddalena e Lago di Caldaro. Un tempo diffusissima in tutto il Nord, oggi la Schiava, nelle sue numerose varietà, occupa il 16% del vigneto altoatesino ed è oggetto di una nuova, e meritata, valorizzazione, anche perché è in grado, talvolta, di sostenere un moderato affinamento.

Leggi di più
32 prodotti

12,80

8,95

-30%

9,00

7,65

-15%

9,50

8,08

-15%
Esaurito

11,00

8,81

-20%

9,00

6,76

-25%

10,00

11,90

8,92

-25%
Esaurito

13,90

11,11

-20%
Esaurito

18,00

Esaurito

9,50

Esaurito

12,90

Esaurito

11,10

Esaurito

10,00

Esaurito

12,80

Esaurito

9,00

Esaurito

8,50

Esaurito

11,50

Esaurito

9,80

Esaurito

8,50

Esaurito

9,30

8,37

-10%
Esaurito

9,50

Esaurito

13,55

Esaurito

10,80

Esaurito

27,00

Esaurito

9,00

6,31

-30%
Esaurito

13,80

Esaurito

9,00

Esaurito

14,90

Esaurito

10,80

Esaurito

8,80

Esaurito

16,60

Esaurito

11,50

Schiava

Verso la Valdadige, il Marzemino cede alla Schiava, in tedesco Vernatsch. “Schiava”, pare, perché già un tempo quest’uva era considerata “ancella” di altre, più nobili e a cui si riservava la parte alta dei filari. Ma, se ben prodotta, la Schiava non deve in realtà inchinarsi a nessuno. Lo dimostra il fatto che, fra Trentino e Alto Adige, a questo vino dall’alcol contenuto e dalla beva scattante quanto versatile, sono dedicate alcune vere e proprie denominazioni, come Santa Maddalena e Lago di Caldaro. Un tempo diffusissima in tutto il Nord, oggi la Schiava, nelle sue numerose varietà, occupa il 16% del vigneto altoatesino ed è oggetto di una nuova, e meritata, valorizzazione, anche perché è in grado, talvolta, di sostenere un moderato affinamento.