CARRELLO
Trasporto gratuito a partire da 70 €

Arianna Occhipinti

Arianna Occhipinti

Arianna Occhipinti è una giovane, determinata e carismatica siciliana che, a cominciare dalla laurea in enologia, ha deciso di dedicarsi a ciò che più ama: la sua terra, le sue vi...

Valoración
4,3/5
(Basato su 42 recensioni su 10 vini)
Anno di fondazione2004
EnologoArianna Occhipinti
Vigneto proprio:22 / ha
Produzione annuale di bottiglie130000 / bottiglie
Paese
Regioni
Uve

Vino di Arianna Occhipinti

42,00

/ bott. 0,5 L

15,90

30,50

54,00

31,00

47,90

43,10

/ bott. 0,5 L
-10%
Esaurito

15,90

Esaurito

52,50

Esaurito

49,50

Esaurito

54,00

Arianna Occhipinti

Arianna Occhipinti è una giovane, determinata e carismatica siciliana che, a cominciare dalla laurea in enologia, ha deciso di dedicarsi a ciò che più ama: la sua terra, le sue vigne, il suo vino. I terreni si estendono nel cuore della zona del Cerasuolo di Vittoria, nello scenario dei Monti Iblei, in contrada Fossa di Lupo e Piraino. Sono terreni di matrice antichissima, dove il frappato di Vittoria e il nero d’Avola si sono originati.

La scommessa più grande di Arianna è quella di comprendere le esigenze della terra, senza turbarla nel suo divenire o modificarla nel suo aspetto, cercando di raccogliere ciò che può offrire. Il rigore e l'armonia del nero d'Avola derivano dal terroir minerale, dall'aria marittima, dalla siccità che caratterizzano questa parte di Sicilia. E anche la freschezza e l'eleganza del frappato, che Arianna ha contribuito in modo decisivo a riscoprire, non derivano da altro che dall'uva.

Questi vini si portano dietro le caratteristiche e le storie della propria terra, che Arianna ama, e che si è impegnata a conservare e salvaguardare, impiegando tecniche di coltura consapevoli e sostenibili. Vecchie vigne che esprimono vini dallo stile nitido e sincero. In purezza si distinguono il nero d'Avola Siccagno, che è ampio, persistente e di bella speziatura, e il Frappato, forse il grande vino di Arianna, austero, sottile, terso e minerale, quasi un pinot nero di Vittoria.

A parte il magico Cerasuolo di Vittoria, uvaggio di nero d'Avola e frappato affinato in botte grande, intenso, fruttato, elegante e di classe, l'assemblaggio delle stesse uve dona il croccante, giovane e tipico SP68 Rosso, versatile, immediato e delicato. L'SP68 Bianco è invece un originale, scattante e dinamico uvaggio di zibibbo e albanello, varietà autoctona riscoperta da Arianna.

Arianna OcchipintiArianna Occhipinti