Vino di Cesconi · Italvinus
CARRELLO
-10% per l'acquisto di 6 bottiglie!

Cesconi

Cesconi

Poco a nord di Trento, Pressano è un comprensorio interessantissimo da punto di vista viticolo. Si trova alla confluenza tra Val di Cembra e Val d’Adige, e unisce suoli porfidici a rocce dolomitiche....

Valutazione
4,4/5
(Basato su 7 recensioni su 17 vini)
Vigneto proprio:20 / ha
Produzione annuale125000 / bottiglie
Paese
Regioni
Uve

Vino di Cesconi

25,00

(22,50 x6)

x6 -10%

15,90

13,90

Esaurito

41,00

Esaurito

24,00

Esaurito

23,90

20,31

-15%
Esaurito

16,90

14,36

-15%
Esaurito

15,60

Esaurito

13,55

Esaurito

13,55

Esaurito

16,90

Esaurito

20,50

/ bott. 0,37 L
Esaurito

17,40

Esaurito

22,90

Esaurito

16,90

Esaurito

13,90

Esaurito

29,00

Cesconi

Poco a nord di Trento, Pressano è un comprensorio interessantissimo da punto di vista viticolo. Si trova alla confluenza tra Val di Cembra e Val d’Adige, e unisce suoli porfidici a rocce dolomitiche. Grande mineralità, sapidità e longevità sono quindi le caratteristiche dei vini derivanti da queste zone. I Cesconi, quattro fratelli che molti considerano l’astro nascente della viticoltura trentina, lavorano proprio qui. Possiedono, verso Arco, anche vigneti in quel di Pivier e Prabi, dai cui suoli ora alluvionali ora argillosi, e complice il clima quasi mediterraneo donato dalle brezze del Garda, nascono i bianchi più sfaccettati, come il Riesling e il Manzoni, e i rossi, Merlot e Cabernet Franc.

I venti ettari totali dei Cesconi sono coltivati a conduzione biologica, con uno sguardo interessato alla biodinamica. Lo stesso rispetto per l’ecosistema è percepibile in cantina, dove si opera nel rispetto della natura oltre che della pulizia organolettica dei vini. L’osmosi fra le competenze dei nonni e gli studi di enologia moderna rappresenta il sale operativo dei fratelli Alessandro, Franco, Lorenzo e Roberto.

Dai filari di Pressano, a circa 300 metri di altitudine, provengono quasi solo uve bianche: Nosiola, Traminer Aromatico, Pinot Bianco, Pinot Grigio, Chardonnay, Sauvignon, con la sola eccezione, autoctona, del Lagrein. Lo stile Cesconi è già ben definito: si tratta di vini al tempo stesso complessi e semplici, dotati di una grande caratura organolettica ma anche di una instancabile pulizia.

La gamma, al passo coi tempi moderni, è completa e puntuale. Piace a tutti, per vigoria e piacevole struttura, il Pinot Grigio, decisamente personale ed estremamente versatile a tavola. Tanto carattere anche per il Manzoni Bianco, assolutamente da provare: un Manzoni che evoca l’Ora del Garda e che si esprime con avvolgenza, struttura e sontuosità. Tra i cru, spiccano certamente l’Olivar, una cuvée di Pinot bianco, Chardonnay e Pinot grigio affinata per un anno in botte e barrique, proveniente dalle viti più vecchie di Pressano, e il Pivier, un Merlot territoriale della Valle dei Laghi, estremamente selezionato in vigna e poi affinato un anno in barrique.

La ciliegina sulla torta sono i due Trento DOC, cioè gli spumanti a metodo classico che hanno segnato la fortuna del comprensorio trentino. Entrambi dai vigneti montani di Pressano, e in particolare da ceppi che hanno 30-40 anni di età, Blauwal e Blauwal Riserva derivano da cuvée di solo Chardonnay che subiscono, prima della spumantizzazione, un affinamento in legno di circa 8 mesi. Sostano sui propri lieviti, rispettivamente 40 e 60 mesi. In entrambi i casi si ottiene un Trento esplosivo e strutturato, ma al tempo stesso tagliente e verticale. Come i pendii che ci regalano queste splendide bollicine.

CesconiCesconi