CARRELLO
SPEDIZIONE GRATIS a partire da 70 euro

Bianchi, ma in botte

Vini bianchi affinati in botte, uno stile di vino tanto particolare quanto accattivante

Vini bianchi affinati in botte

Quante volte sentiamo pronunciare frasi come "bevo solo vino rosso" oppure "il vino bianco non fa per me"? Questo accade perché, spesso, quando si pensa al vino bianco, la nostra mente evoca istintivamente una bevanda leggera, fruttata, un po' effimera. Ma c'è uno stile di vinificazione capace di far ricredere i tenaci del rosso, ed è quello dei vini bianchi affinati in legno.

Fermentati e/o invecchiati in botti di legno, per lo più di rovere, i vini bianchi diventano morbidi, complessi, straordinariamente eleganti. A occhi chiusi, li si potrebbe prendere per dei vini rossi. Gli aromi primari della frutta vengono esaltati dalla vellutata cremosità conferita dai lieviti, mentre il legno regala le note speziate e tostate che rendono aristocratico il vino.

923 vini

9,70

16,60

26,10

12,35

22,95

13,65

6,10

24,30

30,90

20,35

18,00

14,05

90,80

7,00

16,35

4,70

21,90

23,50

8,45

15,05

12,50

22,75

11,00

18,50

 

Non tutte le varietà sono adatte all'invecchiamento: servono uve di eccellente qualità, di buon corpo e struttura, capaci di accogliere i tannini nobili del legno e i suoi doni senza perdere freschezza. La costante microevaporazione e l'apporto del legno rendono i vini più rotondi, l'acidità si sublima nella struttura, e il bouquet olfattivo si arricchisce di note tostate e burrose, sentori speziati e frutta secca, e poi ancora mela cotogna, miele e profumi floreali.

 

I vini si colorano di una splendida tonalità dorata, acquistano corpo e diventano morbidi, cremosi, avvolgenti e persistenti. Sono vini che si esprimono al meglio serviti a una temperatura un po' più alta del solito, fra gli 8 e i 12 gradi, ed è per questo che si possono apprezzare anche nei mesi meno caldi. Si sposano alla perfezione con un gran numero di piatti, come pesce al forno, carni bianche insaporite e risotti. Vale la pena ricordare che si tratta di vini che invecchiano molto bene: nella maggior parte dei casi, saranno ancora più meritevoli di considerazione dopo due o tre anni di attesa in bottiglia.

 

Chi reputa i vini bianchi troppo delicati o non ne gradisce i profumi, così come chi vuole provare ottimi vini dallo stile elegante e personale, troverà su Vinissimus un'ampia scelta di bianchi invecchiati, pronti a deliziare il palato. Jean Leon Vinya Gigi, Augustus Chardonnay e Raventós de Alella Blanc Allier sono veri pionieri che esaltano le potenzialità del vitigno chardonnay, aiutandoci a comprendere la storia del vino bianco in Spagna. Anche in altre zone della Catalogna si producono eccellenti bianchi di carattere: l'Agaliu in Costers del Segre, il Blanc dels Aspres Criança nella DO Empordà, l'Abracadabra Priorat nel magico Priorat e il brioso El Quintà Bàrbara Forés nel territorio di Terra Alta. La Galizia, per tanti anni restia, ha infine ceduto al fascino del legno per l'affinamento e oggi è in grado di offrire bianchi invecchiati dalla personalità unica come l'Organistrum e il Guitian Godello Fermentado en Barrica. Per finire, non si può dimenticare la bontà del verdejo, che regala vini di una stupefacente complessità, come il Naiades o il Marqués de Riscal Limousin, né, ovviamente, l'offerta della DOC Rioja, con i suoi immancabili Plácet Valtomelloso e Allende Blanco.