Vino rossoVino biancoVino spumanteDistillatiAltri viniOfferteConfezioni
Ca' del Bosco Corte del Lupo Bianco 2018

Ca' del Bosco Corte del Lupo Bianco

2018
Curtefranca (Italia)

Il Corte del Lupo Bianco si ottiene dalle uve provenienti da 11 vigneti che, per esposizione, cloni ...

Disponibile in 5 giorni
-5%

28,50

27,07

/ bott. 0,75 L

Descrizione - Ca' del Bosco Corte del Lupo Bianco 2018

Tipo

Vino Bianco

Denominazione di origine

Curtefranca (Italia)

Uve

Produttore

Gradazione alcolica

12,5%

Formato e annata

0,75 L - 2018

Valutazione

Il Corte del Lupo Bianco si ottiene dalle uve provenienti da 11 vigneti che, per esposizione, cloni ed età garantiscono il potenziale in ampiezza e integrità di un vino bianco in stile Ca’ del Bosco. Un binomio perfetto: la fragranza del frutto dello Chardonnay e l’eleganza del Pinot Bianco. Nel rispetto del Metodo Ca’ del Bosco le uve, raccolte a mano in piccole cassette, vengono prontamente codificate e raffreddate in celle frigorifere. Ogni grappolo viene selezionato da occhi e mani esperte. Solo il mosto migliore di prima frazione dà origine a questo vino, vinificato per circa 1/4 in piccole botti di rovere utilizzate l’anno prima per lo Chardonnay. La restante quota viene vinificata in tini d’acciaio. Le due frazioni, dopo 6 mesi di affinamento sui propri lieviti, senza fermentazione malolattica, si assemblano; a seguire il vino viene imbottigliato per gravità, in modo naturale. Grazie ad innovativi rubinetti “a cannula lunga” il vino risale dal fondo della bottiglia senza laminare, senza scuotimenti e non subisce alcun shock ossidativo. Nessuna aggiunta di solfiti in questa fase, a garanzia di integrità e salubrità. Infine ogni bottiglia confezionata viene marcata in modo univoco, per garantirne la tracciabilità.

  • Temperatura di servizio ottimale:Tra 6 ºC e 8 ºC

Ca' del Bosco

Ca' del Bosco

L'incontro fra il giovanissimo Maurizio Zanella e la dolcezza della Franciacorta, quando la madre si trasferisce ad Erbusco e impianta il primo vigneto, è il primo contatto di quello che sarebbe stato l'amore di una vita. Ma è dopo un viaggio in Champagne, la cui meta sono le famose maisons dove nasce quel vino che da sempre affascina ed accende la fantasia, che Maurizio ritorna con l'idea irremovibile di realizzare qualcosa di simile. Nel 1979 Maurizio Zanella pianta i prim...