CARRELLO
Pago de los Capellanes Roble 2020

Pago de los Capellanes Roble

2020

Il vino più giovane della cantina di Burgos Pago de los Capellanes si è rivelato un campione di vend...

Leggi di più

Altri formati e annate

13,30

/ bott. 0,75 L

Vino Pago de los Capellanes Roble 2020

Produttore

Gradazione alcolica i

14,5%

Formato e annata

0,75 L - 2020

Valutazione

Il vino più giovane della cantina di Burgos Pago de los Capellanes si è rivelato un campione di vendite assoluto ed è sempre più richiesto. Proveniente dai vigneti di Santa Gadea, una tenuta dagli avari suoli argilloso-calcarei tipici della Ribera del Duero, è vinificato in purezza con uve tempranillo. La scarsa fertilità del terreno determina rese basse e di alta qualità, con grappoli sparsi e piccoli acini ricchi di aromi.

Appena giunte in cantina dopo la raccolta, le uve vengono sottoposte a una macerazione a freddo per sei giorni; durante la fermentazione alcolica in vasche di acciaio, avviata dai migliori lieviti selezionati dal vigneto, si effettua un rimontaggio quotidiano per favorire l'estrazione dei pigmenti e garantire un'efficace ossigenazione del mosto. La successiva fermentazione malolattica, che avviene grazie all'aumento della temperatura in cantina, dona al vino un carattere più morbido e una consistenza cremosa. Dopo il travaso che separa il vino dalle fecce, inizia un invecchiamento di cinque mesi in botti di rovere francese da 300 litri, che conferisce al Pago de los Capellanes Roble ulteriore pienezza e complessità.

Possiamo così degustare un vino fresco e gioviale, rinvigorito da una leggera trama tannica e da un'acidità vibrante. Il suo luminoso color rubino, i profumi freschi e intensi di violetta e bacche rosse introducono un vino giovane, reso più complesso grazie al delicato corredo speziato conferito dal legno. In bocca mostra tutta la sua ampiezza gustativa e la vellutata persistenza: avvolgente, incorniciato da tannini garbati, riunisce in sé la vivacità giovanile e la morbida consistenza di un vino frutto di mani sapienti e laboriose. È accattivante alla vista, intenso all'olfatto e ampio al sorso, sintesi del perfetto equilibrio tra i freschi aromi fruttati e le note più complesse dell'affinamento. Ecco un rosso di grande eleganza che già al primo assaggio dichiara il segreto del suo successo, in una fascia di prezzo in cui distinguersi dalla concorrenza non è compito facile.

Abbinamenti

Maialino da latte arrosto / Coniglio alle erbe / Formaggi semistagionati

Raccomandazioni

  • Temperatura di servizio ottimale:Tra 14 ºC e 16 ºC

Recensioni dei nostri clienti

4,3/5
40 recensioni
5 stelle
18
4 stelle
18
3 stelle
2
2 stelle
1
1 stella
1
da: Domenico (10/8/2018) - Annata 2017

Inpagabile intenso e setoso

Ottimo vino, piacevole con leggero impatto del legno. Rapporto qualità/prezzo ottimo. Impatto alcoolico equilibrato: ottimo accostamento dai primi ai secondi di media complessità.

da: Mario (27/1/2020) - Annata 2018

Vino discreto che parla però della sua terra

Vino discreto dal prezzo proporzionato. Non ha grande carattere ma ha delle precise peculiarità. Da provare senza ombra di dubbio!

da: Gianni Trento (28/9/2018) - Annata 2017

Disastro

Questo vino mi ha deluso tantissimo. Tra i peggiori che abbia mai assaggiato nel panorama spagnolo. Di sicuro non lo consiglio.

da: Alfonso Norte (14/6/2020) - Annata 2019

Los robles, siempre del año anterior.

Tengámoslo claro todos: vino joven, del año en curso; vino roble, del año anterior; vino crianza, tres años respecto al actual; vino reserva, cuatro años atrás o más. Esto es así si lo que nos gusta del vino es su valor frutal y tenemos respeto a su elaboración. El roble encaja mal en los gustos de un verdadero amante del vino. No deja de ser una excepcionalidad. Las últimas botellas de una añada roble son siempre una completa decepción, aunque sea un Pago de los Capellanes.

da: Jules Richards (7/9/2020) - Annata 2019

Yessssss

I was introduced to Pago de Los Capellenes in a wine bar in Terrassa, In Catalonia. It was the first of my many visits to the same place. The manager of the wine bar gave me a taste and I was totally seduced. The travesty of it all is that the same wine, same vintage, when purchased in Palma de Mallorca cost twice as much!