CARRELLO
Safrà 2019

Safrà

2019
BIOLOGICO
94
PARKER
91
PEÑÍN

Il rosso Safrà, il cui nome significa "zafferano", è prodotto da Celler del Roure, una cantina a con...

Leggi di più

Altri formati e annate

13,40

/ bott. 0,75 L

Vino Safrà 2019

Produttore

Gradazione alcolica i

12,5%

Formato e annata

0,75 L - 2019

Valutazione

Il rosso Safrà, il cui nome significa "zafferano", è prodotto da Celler del Roure, una cantina a conduzione familiare che ottiene sempre maggiori riconoscimenti dalla critica e dai consumatori. Ne è proprietario Pablo Calatayud, ingegnere agronomo e soprattutto appassionato amante del vino. La cantina sta riuscendo nel suo ambizioso intento di recuperare la varietà autoctona mandó, ormai quasi estinta, e ha l'ulteriore merito di trasformarla in vini di eccellenza come il Safrà.

Il Safrà è uno straordinario esempio della linea "vini antichi", una gamma che recupera il patrimonio, prezioso eppure dimenticato, del paesaggio mediterraneo. Viene prodotto unicamente con varietà autoctone tipiche del sud est della Spagna come l'uva mandó, protagonista di questo vino, o la arco, un vitigno quasi caduto nell'oblio che apporta una singolare freschezza e un'ottima complessità. Il vino fermenta in tini di acciaio inossidabile e in antiche vasche di pietra con lieviti indigeni e circa il 30% di grappoli interi; la macerazione è leggera e avviene a bassa temperatura. Sosta, infine, nelle gallerie sotterranee della cantina, dove riposa per 6 mesi nelle storiche giare di terracotta da 2.800 litri.

L'attesa viene ricompensata con un vino dal bouquet complesso dominato dai sentori fruttati. Rotondo, appagante e con un tannino fine, all'assaggio è più delicato di quanto ci si potrebbe aspettare. Un vino fresco, di grande finezza ed eleganza.

Vigneto

  • Età della vigna:Tra 20 e 40 anni
  • Terreno:Franco sabbioso
  • Clima:Mediterraneo

Vinificazione

BIOLOGICO

    Nota di degustazione

    • Colore:Brillante / Rosso rubino
    • Fragranza:Frutti a bacca rossa / Elegante / Sottile / Note balsamiche / Erbe aromatiche / Espressivo / Viola / Pepe / Note floreali
    • Palato:Equilibrato / Elegante / Persistente / Fresco / Saporito / Finale lungo / Vellutato / Goloso / Tannini fini / Dotato di volume

    Raccomandazioni

    • Temperatura di servizio ottimale:16 ºC

    Recensioni dei nostri clienti

    3,9/5
    28 recensioni
    5 stelle
    9
    4 stelle
    10
    3 stelle
    7
    2 stelle
    1
    1 stella
    1
    da: Antonio (1 lug) - Annata 2019

    piacevolissimo

    Chi avrebbe mai detto che avrei trovato un simil pinot noir a Valencia? Vino freschissimo, anche con il pesce si accoppia bene

    da: Edoardo Fittipaldi (21 apr) - Annata 2019

    Ottimo e unico

    Vino con buoni tannini e grande frutto e freschezza. Unico. Ottimo anche col pesce. Lo ricompro sicuramente

    da: Expatriator 69 (8 lug) - Annata 2020

    Añada 2019

    Encontramos un vino sorprendentemente fresco y de gran punch. Alta acidez, con el alcohol muy presente pese a su bajo porcentaje (12.5%), muy envolvente. Paso por boca ligeramente seco, con los taninos en un punto óptimo de madurez y con aromas retronasales marcadamente minerales, a arcilla húmeda, sin duda aportados por su crianza en las tinajas de barro. Post-gusto muy agradable, con la fruta fresca como protagonista (fresas) y con un curioso toquecito vegetal que parece "cabernetear", a pimiento verde. Vino muy bien ensamblado, combinando taninos bien esculpidos, frescura y mineralidad.

    da: Mon (13 mar) - Annata 2019

    Azafrán!!!

    Todo sutileza en esta pequeña joyita de Pablo Calatayud, buscando un equilibro casi imposible entre lo mejor del carácter mediterráneo, las especias y el azafrán con toques salinos y una acidez y frescura propias de latitudes más septentrionales. Un poco tímido en nariz, sutil pero que gana complejidad al segundo y tercer trago...Y los que vengan. Bravo

    da: Alfonso Norte (5 mar) - Annata 2019

    Curiosidad muy floral

    Uvas autóctonas mandó y arco que le dan al conjunto una personalidad que podría recordar a una monastrell dulce muy floral (nada leguminosa ni vegetal) en la que destaca un agradable dulzor. No me ha llegado a convencer del todo este vino raro y algo subido de precio, dulce en exceso para mi paladar.